“Ippopotami e sirene”. I viaggi di Omero e di Erodoto.

IPPOPOTAMI E SIRENE 

di Eva Cantarella                                                                                                                                                       Editore UTET

Icantarella5527587l libro è una sfida, confronto tra due autori – Omero e Erodoto -, tra due opere – Odissea e le Storie – per mostrare chi ha raccontato davvero il mondo in cui viveva. L’arbitro di questa sfida – Eva Cantarella – “tifa” in modo esplicito e quindi accettabile per l’autore, Erodoto,che appare come più moderno e meno conosciuto al grande pubblico, tra cui il sottoscritto. Erodoto, che fu storico, antopologo, ma direi giornalista ante-litteram che non si limita a trascrivere informazioni e dati, ma viaggia nel Mediterraneo per vedere e verificare di persona.
Nel libro ci viene ricordato e indicato con vari esempi che i viaggi di Ulisse non sono geografici, ancorché i versi di Omero offrono delle coordinate che però non reggono la prova sul campo. I viaggi di Ulisse sono interpretati, in modo convincente, come una dimostrazione per episodi e per incontri della qualità della cultura greca rispetto alle società che le sono intorno, un mondo che conosce solo la pastorizia come i Ciclopi o in cui le donne sono pericolose seduttrici segnalate dal loro canto o perchè vivono sole. Quindi Eva Cantarella offre una rilettura del viaggio di Ulisse che non è per incontrare qualcuno, neppure sè stesso, ma per marcare una differenza, una distanza. Una distanza che invece Erodoto vuole annullare facendoci incontrare usi e costumi dei popoli che sono intorno il Mediterraneo.    Questo incontro-confronto l’Autrice lo cadenza per capitoli in cui tratta di geografia e zoologia, di sistemi politici e oracoli sempre riprendendo sempre un confronto tra quello che ci ha trasmesso Erodoto e quello di cui parla Omero. A tal proposito ho trovato interessante il capitolo sui sistemi politici e di governo, con l’approfondimento sul regno di Itaca.

Ippopotami e sirene ” è un libro che ho letto d’un fiato, ma che non mi ha fatto cambiare la mia preferenza per i viaggi di Ulisse anche se, grazie alla competenza dell’Autrice, ho acquisito una diversa lettura del romanzo di Omero e anche ritrovato Erodoto, il proto-giornalista. Colui che ha scritto di storie e fatti quasi sempre verificati di persona, ma in cui spesso non è facile distinguere la realtà da dettagli fantasiosi o mitici. Questo perchè ha chiaro il suo target di riferimento: “un pubblico ampio di cittadini della polis, non di specialisti” e quindi confeziona le sue storie con quel pizzico di fantasia e mito che tiene deste l’attenzione di ogni pubblico.

Annunci

One thought on ““Ippopotami e sirene”. I viaggi di Omero e di Erodoto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...