Barga in Garfagnana. Da vedere, pronti alle salite. A place to visit.

Visitando la provincia di Lucca ho seguito la bandiera arancio  -segno di alto apprezzamento- assegnata dal Touring Club Italiano per arrivare a scoprire la città di Barga posta all’inizio della valle del Serchio in Garfagnana. Ci siamo diretti verso il Borgo storico arroccato a  417 metri s.l.m. E’ il gioiello di questa città sviluppata su più frazioni su un’area che va dal fondo valle alle cime dei monti. Nel Borgo antico ci sono ancora le mura e le porte dell’epoca medioevale, periodo in cui la posizione strategica per il controllo del passaggio di merci e persone lungo la valle del Serchio ne fece una preda ambita da Lucca e Pisa.

Visiting the province of Lucca in Tuscany, I followed the orange flag -sign of high appreciation- assigned by the Italian Touring Club to meet the city of Barga at the beginning of the Serchio valley in the Garfagnana. We headed towards the  Borgo, historic center of the town perched 417 meters above sea level. It is the jewel of this city built on  an area that extends from the valley to the peaks of the mountains. In the village there are still the old walls and gates of the medieval era. In that time the strategic position to control the passage of goods and people along the Serchio valley made Barga an important prey in the war among Lucca and Pisa.

La visita al Borgo richiede muscoli pronti a scarpinare su stradine ben tenute ma spesso in netta pendenza. Ci sono anche discese, ma come diceva Pippo in una celebre storia Disney “E’ strano che una discesa vista dal basso assomigli tanto ad una salita!” e quindi evitare tacchi a spillo.   Ma occorre essere pronti a tutto specialmente se si spinge una carrozzina con un pupetto dentro o altri aggeggi a 4 ruote. Appena ho pensato all’impossibilità di entrare in auto nel Borgo, ecco che un barghigiano -un abitante di Barga- ci ha fatto vedere la sua abilità nel passare in quelle piccole stradine. E non è stato l’unico!
La passeggiata nelle stradine è stata ricca di sorprese: ad ogni angolo si aprivano vicoli in cui il sole che splendeva il un cielo limpido creava atmosfere particolari e d’emozione.

The visit to the Borgo requires muscles ready to trek on roads well maintained but often in sharp uphill. There are also downhill, but as Goofy said in a famous Disney story < It ‘s strange that a descent viewed from below looks like a uphill ! > and thus my hot tip is to avoid high heels. But you must be ready for anything especially if you are pushing a baby carriage. I was just thinking of the impossibility to enter in the village by car. In that moment a “barghigiano” -an inhabitant in the town- showed us his ability to pass in those narrow streets. And he was not the only driver we saw!                                                          The walk in the streets was full of surprises: at every corner there were alleys where the shining Sun in clear skies created a particular atmosphere and emotion.

                                            

                                                                                           

La cosa notevole del Borgo è il Duomo a cui si arriva con la salita più pericolosa di tutte a causa della conformazione dei gradini. La chiesa è costruita in stile romanico a partire dal XI secolo e ha avuto vari rimaneggiamenti. L’interno del Duomo e la visuale che si gode dal suo sagrato-terrazza naturale ripaga lo sforzo.                                                            Fra le opere d’arte la chiesa ospita una gigantesca statua in legno sull’altare e un altrettanto grande quadro -come si conviene ad un gigante come lui- che rappresentano San Cristoforo che porta il Bambin Gesù. San Cristoforo è infatti il santo protettore di Barga.

The “Duomo” is a remarkable church to visit in the Borgo. It can be reached with a  dangerous ascent because of the shape of the steps. The church is built in the Romanesque style from the XI century and has had several alterations. The interior of the Cathedral and the view you can admire from its churchyard -a natural terrace- repays the effort.                                                                                                                                Among the works of art, the church houses a giant wooden statue on the altar and an equally big picture -as befits a giant like him- representing St. Christopher carrying the baby Jesus. Saint Christopher is indeed  the patron saint of Barga.

    

Da questa prua naturale lanciata verso le acque del Serchio ho ammirato una larga parte della valle e anche la corona dei monti. Ho cercato il mitico Monte Forato cercando un buco clamoroso nelle montagne! Alla fine l’ho trovato, ma la lontananza lo ha reso meno d’impatto di quanto speravo.

From this bow natural launched toward the waters of the Serchio I admired a large part of the valley and also the crown of mountains. I tried to identify the mythical Monte Forato looking for a sensational hole in the mountains! Eventually I found it, but the distance made ​​a less impact than I hoped.

Le foto nel post sono mie. Se ritieni di aver bisogno di usarle, contattami.

The photos in the post are my own.                                                                                        If you believe you need to use them, please contact me.

Annunci

3 thoughts on “Barga in Garfagnana. Da vedere, pronti alle salite. A place to visit.

  1. A cominciare dal il bi-linguismo, di fronte al quale mi inchino, la tua descrizione, sia scritta che fotografica, mi fa sentire “presente” in quel luogo. Ho l’impressione di passeggiare con voi e vivere le emozioni che state vivendo voi, oltre ad apprendere tutte le informazioni storiche, artistiche e logistiche (!). E’ molto di più che un’accurata descrizione è una vera condivisione. E poi.. il buco del Monte Forato magari non è clamoroso, ma si vede!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...